Accesso ai servizi

Sabato, 30 Maggio 2020

Consiglio Comunale 26.5. Scadenze fiscali e altre iniziative.



Consiglio Comunale 26.5.  Scadenze fiscali e altre iniziative.


Nella seduta di Consiglio Comunale del 26.5. scorso abbiamo discusso e deciso, tra le altre cose:

1. IMU

- il differimento della prima rata dell’IMU alla scadenza del 31.7.2020, per la quale saranno consegnati come negli anni scorso i modelli F24 per il pagamento;

- per la sola rata dell’IMU per la quota riservata allo Stato relativa ai fabbricati tipo D (immobili produttivi), resta ferma la scadenza del 16.6.2020, non essendo consentito al Comune effettuarne lo spostamento; per questa l’Ufficio tributi invierà comunicazioni specifiche ai contribuenti tenuti al pagamento;

- si ricorda che l’’IMU non è dovuta per le “prime case”, ad eccezione di quelle “di lusso” in categoria catastale A/1-A/8 e A/9.

2. TARI

- per la TARI le scadenze 2020 vengono così spostate

prima rata entro il 30 settembre 2020

seconda rata o unica soluzione entro il 31 ottobre 2020

terza rata entro il 30 novembre 2020

con la possibilità di pagare in rata unica entro la scadenza del 31.10.2020

- come di consueto arriveranno a casa i moduli F24 precompilati con anche la possibilità di pagare tutto in un’unica soluzione.

- le tariffe TARI restano allo stato invariate rispetto al 2019.

3. E’ stata approvata la c.d. Variante “Castelli” con positive ricadute per tutto il territorio quali la realizzazione di una nuova area parcheggio, la razionalizzazione dell’ingresso e uscita automezzi, il trasferimento ad ultimazione delle opere della sede societaria ed attività, ma soprattutto, a cura del proponente, la realizzazione del marciapiede in via Ceserio dal PEC Metrin sino al Mollificio Valli, comprensivo di ponticello pedonale sul torrente Rese.

4. E’ stato approvato il bilancio di previsione con le opere previste per il 2020. Come avrete già potuto notare sono in corso di realizzazione i lavori per l’installazione delle telecamere per il sistema di videosorveglianza, con controllo automatico delle targhe.

6. Alla luce di quanto previsto dal Decreto Rilancio e delle ulteriori misure in studio da parte del Governo per aiutare i Comuni italiani, stiamo studiando misure di sostegno per le attività produttive e sostegno alla cittadinanza.

7. Il Decreto Rilancio rifinanzia inoltre i fondi già stanziati per l’emergenza alimentare consentendoci, insieme alle cospicue donazioni già ricevute da privati ed aziende (più di 10.000,00 euro), di proseguire nella distribuzione dei c.d. buoni spesa per le famiglie in difficoltà e nell’acquisto di generi alimentari da aggiungere ai tanti raccolti tramite la “colletta alimentare” e elargizioni benefiche.

8. Come misura di sostegno agli esercizi pubblici è stato infine concessa la possibilità di ampliare o utilizzare spazi pubblici o ad uso pubblico in regime di esenzione dalla TOSAP.


Area Tematica: